Indietro

Buono Umbro Lavoro: al via le adesioni per i disoccupati

Politiche attive 15.set.2021
Buono Umbro Lavoro: al via le adesioni per i disoccupati
La misura per il reinserimento lavorativo è prevista dall’avviso Re-Work della Regione, progettato con l’assistenza tecnica di Anpal Servizi
Avviso ReWork Umbria - Al via le adesioni per i disoccupati
La finestra per aderire al Buono Umbro Lavoro si apre oggi.
 
Per chiederlo, i disoccupati hanno tempo fino al 31 dicembre 2022 (entro le 12). 
 
La procedura è esclusivamente on-line attraverso la sezione Adesione all’avviso Re-Work del portale Lavoro per Te della Regione.
 
Sarà poi necessario – tramite la sezione Gestione appuntamenti-Agenda avviso Re-Work - fissare un appuntamento con il centro per l’impiego per la presa in carico, la profilazione e la stipula o aggiornamento del patto di servizio personalizzato.
 
Il Buono Umbro Lavoro consente di accedere a:
 
  • orientamento specialistico
  • accompagnamento al lavoro
  • formazione individuale mirata all’inserimento lavorativo
  • tirocinio extracurriculare utile all’acquisizione delle competenze richieste dall’impresa interessata all’assunzione
È una delle tre misure previste dall’avviso Re-Work. Le altre due sono:
 
  • presa in carico da parte dei centri per l’impiego regionali per la stipula o aggiornamento del Patto di Servizio;
  • incentivi all’occupazione – fino a 12 mila euro - concessi alle imprese interessate all’assunzione dei destinatari finali.

I destinatari

L’avviso Re-Work contempla interventi di politica attiva destinati a diverse tipologie di disoccupati.
 
Le macro-categorie sono:
 
  • disoccupati iscritti ai centri per l’impiego
  • Neet
  • lavoratori in cassa integrazione guadagni straordinari a forte rischio di disoccupazione 
  • percettori di ammortizzatori sociali causale Covid 19
 

Il ruolo di Anpal Servizi

Anpal Servizi ha fornito assistenza tecnica alla Regione Umbria per la stesura dell’avviso Re-Work.
 
Il team dell’area progettuale Servizi per il lavoro e il reddito di cittadinanza – in sinergia con gli operatori dell’agenzia presenti sul territorio – ha collaborato con l’Arpal e con i responsabili dei centri per l’impiego umbri per progettare le misure di politica attiva contemplate dall’avviso.
 
Nel caso specifico, Anpal Servizi ha messo a disposizione il proprio bagaglio di esperienze, conoscenze e competenze per ciò che riguarda – in particolare – la personalizzazione dei percorsi di inserimento e reinserimento lavorativo, la definizione degli standard dei servizi coerenti con i livelli essenziali delle prestazioni nazionali (Lep) e la partnership pubblico-privata nell’erogazione dei servizi per il lavoro. 
 
 
Condividi l'articolo