Indietro

'Tecnico della salvaguardia dell'ambiente marino', corso di formazione a Termoli

Formazione specialistica 14.ott.2021
'Tecnico della salvaguardia dell'ambiente marino', corso di formazione a Termoli
Proposta formativa dell'Alberghiero “Federico di Svevia” nel settore dell’economia del mare
Tutela del mare

L'Istituto Professionale di Stato per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera 'Federico di Svevia' (IPSSAR con IPSSA) di Termoli, in provincia di Campobasso, avvia il corso di formazione in 'Tecnico della salvaguardia dell'ambiente marino', un’opportunità per formarsi nell’ambito di un settore in espansione come quello della green e blue economy.

Il corso è rivolto al numero massimo di 15 allievi di età compresa tra i 18 e i 65 anni, non in pensione, purchè soggetti inoccupati, disoccupati ed eventualmente occupati nel settore privato (compresi i lavoratori autonomi),  residenti sul territorio della regione Molise e in possesso del Diploma di scuola secondaria di secondo grado.

La partecipazione al corso è completamente gratuita per i disoccupati e gli inoccupati, ai quali la Regione Molise riconosce un voucher formativo di 3 euro per ogni ora di presenza effettiva, purché il corsista frequenti almeno l’80% del percorso formativo.

L’obiettivo di questa proposta formativa è la creazione di una nuova figura professionale che si inserisce nel mercato locale come “anello di congiunzione” tra le esigenze della salvaguardia della salute, gli Enti locali e istituzionali a ciò preposti, e aziende operanti nel settore di riferimento. Il percorso, quindi, attraverso la formazione di specialisti del settore offre importanti occasioni future di inserimento e reinserimento nel mondo lavorativo, in particolare nel settore della green e blue economy.

La domanda di partecipazione deve essere presentata entro le ore 13:00 dell’11 novembre 2021.

Tutti i dettagli relativi alle modalità di iscrizione, modalità e tempi di selezione dei candidati, sede e inizio dei corsi sono reperibili sul sito web dell’istituto.

Condividi l'articolo